STELLARIO PANARIELLO

Nacqui non ricordo quando, né dove. Dev'essere stato tanto tempo fa.
Vissi fino ad ora che scrivo. E scrivo da Palermo.
Potrei redigere cento mie diverse biografie, ma odio annoiare.
Vi dirò perciò qualcosa di me come scrittore.
Nel modo di esprimermi influisce certamente la mia passione per la Pubblicità.
Cerco di essere conciso. E, possibilmente, divertente, coinvolgente e sorprendente.
Ho scritto come copywriter, collaboro a diversi magazine - cartacei e online - e ho redatto un libro di circa 800 miei Aforismi e Paradossi.
Ho una vera passione per la Cultura. La cosa inquietante è che mi sento contraccambiato.
Solo per quegli sconsiderati che volessero vedere un mio portfolio, ecco l'indirizzo del mio sito: Pastello.3000.it
A quei coraggiosi auguro, comunque, Buon Divertimento.
Stellario Panarello.

Aforismi
O la Storia è una cattiva maestra.
O i suoi alunni troppo asini.
O entrambe le cose.

La vita è un viaggio
verso un fantomatico albergo,
di cui, coloro che ci hanno preceduti,
non ci hanno mai rivelato nulla.
Un conoscente ti pensa ogni tanto.
Un amico ti pensa spesso.
Un nemico ti pensa sempre.

Correndo per sfuggire
al proprio destino,
otterremo solo
di andargli incontro correndo.
Beato quello Stato in cui ogni politico dedica
alla cura della nazione anche solo un decimo
della cura che egli pone alla difesa della sua poltrona.

Per recitare le guerre nel teatro della Storia,
gli attori hanno indossato, di volta in volta, la maschera
del Patriottismo, dell'Orgoglio, della Necessità o della Fede.
Ma sotto ognuna di esse si cela sempre lo stesso volto:
l'Interesse.
La convivenza umana
ha come fondamentale presupposto
l'impossibilità di leggere
i pensieri altrui.

Gli alberi dei furbi, fruttificano
nei giardini degli ingenui.
Come un fiume senz'acqua.
Come una foresta senz'alberi.
Come un firmamento senza stelle.
Così è un uomo, senza un suo sogno.

Se sei stato sempre corrisposto, non hai mai conosciuto l'amore.
Un mondo dove la gente pensa esclusivamente
ai fatti degli altri, può essere irritante.
Ma un mondo dove tutti pensano soltanto
ai fatti propri, è maledettamente deprimente.

Siamo gli inesperti registi
e gli inconsapevoli protagonisti
di un film di cui ignoriamo la durata
e la cui sceneggiatura ci si svela giorno per giorno.


Tutti i diritti riservati: nessuna parte dei testi pubblicati
può essere riprodotta senza il consenso scritto dell'autore.
.