GIULIANA FRANCO

Giuliana Franco ha pubblicato nel 2003 il volume di poesie "Il Tempo non ha un'anima", un percorso di riflessioni e considerazioni sull’esistenza umana e sui problemi che caratterizzano il viver quotidiano.
Nata a Frosinone nel 1955, vive a Cosenza. Ha il diploma di segretaria amministrativa e svolge la sua attività lavorativa presso un Ente Regionale.
Nell'agosto 2005, ha pubblicato una raccolta di liriche dedicate alla Calabria, dal titolo "Orizzonti di... versi", in collaborazione con la pittrice calabrese Luigia Granata, che ha illustrato il volume con acquerelli che riproducono luoghi caratteristici della regione.
Ha realizzato due cataloghi di opere di pittura, scultura e poesia dal titolo "Emozioni nell’universo dell’arte", e "Viaggio nel libero elemento della ricerca". per i quali ha scritto i testi e le liriche ispirate alle opere degli artisti calabresi Luigia Granata e Francesco Bitonti, con i quali forma il gruppo artistico GRUPPART TRE.

L’ULTIMO INNO
Si è spezzato
l’ultimo traguardo
di una finestra
tracciata sull’immenso.
Tendoni d’orrore
hanno chiuso orizzonti
su un’attesa senza rinascite.

Dove andranno i miei occhi
ad attingere lo smeraldo
che non ha più candide mani
per essere indossato?
Dove andrà il mio corpo
a coprirsi dell’oro ramato
depredato dall’incubo
di nubi tumefatte?

Serpeggia spietato
il liquame selvaggio
arando l’acqua
a cui volevo affidare
l’ultima piroga di sogni.
Morde le carni
quell’aria salmastra
su cui volevo ormeggiare
l’ultimo
inno all’esistenza.


IL RITORNO DELL'ANIMA
Recessi della mente,
paure immotivate,
innalzano grate
su miseri destini...

Uccide l’azione
istintiva dello spirito
la crudele maledizione
dell’inespugnabile
sacrificio.

Reticolati di angoscia
precludono
il ritorno dell’anima
nel libero elemento
della ricerca...

BISOGNO DI FEDE
Quando
l’ultima luce
si spegne
non trovi
mani tese
e cerchi qualcuno…

Vorresti trovare
un appiglio.
Vorresti credere
a tutto...

Ma non hai la forza
per nutrire
questo bisogno di fede.


IL VOLO PIU’ ALTO
Spuntano ali nel vento.
Volo planare
stride in giochi di luce.

Barlumi di tramonto
ancora infuocano
percorsi d’autunno.

Nel volo più alto
freme l’umana essenza.
Nel volo più alto
che fa vivere
... e morire.


ANCORA AMORE
Fra le righe dell’anima
momenti fugaci
scampati
all’oblio dei giorni.

La mente
cerca infiniti orizzonti
verità...
soluzioni impossibili
e poi ancora...
ancora e sempre
amore.



Tutti i diritti riservati: nessuna parte dei testi pubblicati
può essere riprodotta senza il consenso scritto dell'autore
.