NEUROFENOMENOLOGIA

La neurofenomenologia è un approccio metodologico alla mente che può essere fatto risalire alla prospettiva sviluppata dal neuroscienziato cileno Francisco Varela. Essa si propone di superare la tradizionale dicotomia tra mente e corpo rifiutando sia il riduzionismo che caratterizza i diversi tentativi posti in atto nell'ambito delle scienze dell'informazione, sia il ricorso ad obsoleti concetti dualistici.
Per la neurofenomenlogia, ciò e possibile se si assume un'ottica radicalmente diversa. Invece di continuare ad opporre la soggettività all'oggettività, invece di sottolineare l'incompatibilità radicale che sembra esistere tra l'esperienza cosciente (descritta in prima persona) e l'attività cerebrale (descritta in terza persona), bisogna tendere a una sintesi di alto livello tra caratteristiche così eterogenee quali sono il mentale e il fisico.
Tale sintesi può essere raggiunta solo facendo ricorso al concetto di proprietà emergente, per la quale la coscienza emerge dall'insieme dei processi che hanno luogo nelle diverse aree del cervello, dalle interazioni di questo con il resto dell'organismo e dall'interazione dell'organismo con l'ambiente esterno.
L'emergenza prevede la comparsa di nuove proprietà, non deducibili e non prevedibili facendo riferimento alle proprietà che caratterizzano l'insieme dei processi sottostanti, e non riducibili a queste. Ciò significa che la coscienza, una volta emersa dall'insieme dei diversi processi, viene ad essere dotata di una relativa autonomia rispetto ad essa, ed è quindi in grado di imporre nuovi vincoli, cioè di influenzare lo svolgimento dei processi stessi.


ARTICOLI (per l'approfondimento)


M. Cappuccio (a cura di), Neurofenomenologia. La scienza della mente e la sfida dell'esperienza cosciente, Bruno Mondadori, Milano, 2006
Con saggi di Cappuccio, Varela, Leoni, Biuso, Depraz, Bertossa/Ferrari, Gallese, Boella, Ferraris, Maldonato, Jervolino.

Astro Calisi, "L'inganno della complessità. Neurofenomenologia ed emergenza nella spiegazione della mente", in Id., Oltre gli orizzonti del conosciuto. La sfida cruciale della mente alla scienza del XXI secolo, Uni Service, Trento, 2011, pagg. 173-221
Un'analisi fortemente critica dell'approccio neurofenomenologico alle problematiche della mente, con particolare riferimento alla pretesa di spiegare il rapporto mente-corpo tramite il concetto di "proprietà emergente".

F. Bertossa - R. Ferrari, Lo sguardo senza occhio. Esperimenti mentali sulla mente cosciente tra scienza e meditazione, Alboversorio, Milano, 2005




Neurofenomenologia/Oikos.org
Articolo on line: Francisco Varela, "Neurofenomenologia".

Neurofenomenologia/Uniba
Recensione di Cappuccio, Neurofenomenologia.

Neurofenomenologia/Colloquionline
Articolo on line: Mario Maldonato - Veronica Sileo, "La coscienza alle prese col sé. Verso una neurofenomenologia della coscienza".

Neurofenomenologia/Associazioneasia
Articolo on line: Franco Bertossa - Roberto Ferrari, "Cervello e autocoscienza. La mente tra neuroscienze e fenomenologia".

Neurofenomenologia/Polemos
Articolo on line: Ugo Morelli, "La tensione rinviante. Per una neurofenomenologia della mente estetica".

Neurofenomenologia/Arianna Editrice
Articolo on line: Michel Bibtol, "Una scienza in cui l'essere situati conta".