CHARLES BABBAGE

VITA & OPERA
Charles Babbage (1791-1871), matematico inglese a cui si deve la descrizione del primo calcolatore digitale automatico di uso generale, la cosiddetta macchina analitica, modello per tutti i successivi calcolatori digitali universali.
Babbage aveva conosciuto il telaio di Jacquard nei suoi studi sulle manifatture e da questa invenzione aveva ricavato alcuni concetti che gli furono utili nell'ideazione della sua seconda macchina; quella analitica.
Per questa macchina, precorrendo i tempi, aveva immaginato la possibilità di introdurre da un lato le regole (gli algoritmi) e dall'altro i valori (le variabili e le costanti).
Il modo più semplice di fare questo consisteva nell' utilizzo di schede perforate o nastri perforati in tutto simili a quelli dei telai di Jacquard.
La macchina doveva essere in grado di eseguire operazioni ricorrenti nel calcolo delle tavole e, per questo, dovevano esserci varie schede, una per ogni operazione da compiere, che venivano unite in un nastro nella opportuna sequenza.
Questo era di fatto il programma di calcolo (operation cards).
Altre schede perforate contenevano i dati, variabili e costanti, e venivano a costituire un secondo nastro (variable cards).

Egli realizzò anche una Macchina alle differenze in grado di svolgere calcoli più specializzati.
Non si può che rimanere colpiti dalla modernità dei concetti che stanno alla base di questa macchina, gli stessi che oggi, con tecnologia elettronica, sono alla base dei calcolatori.
La macchina analitica era costituita da due parti:

1) lo store (memoria) che immagazzinava variabili e costanti e nella quale erano conservati anche tutti i risultati intermedi dei calcoli.

2) il mill (unità di calcolo) che conteneva il programma vero e proprio.

Babbage non vedrà mai funzionare la sua Macchina analitica. Mentre la Macchina alle differenze sarà completata solo nel 1989 ed ora è esposta al Museo della Scienza di Londra. Ma lo schema generale del suo calcolatore è talmente simile a quello dei computer moderni che la tardiva riscoperta dei suoi scritti invalidò alcuni brevetti dell’IBM.
Bisognerà aspettare la seconda metà del Novecento, dunque, per vedere riconosciuta l’opera di questi due visionari ottocenteschi: Babbage e Ada Lovelace.


-- Passaggi dalla vita di uno scienziato. Autobiografia dell'inventore del computer [1864], UTET, Torino, 2007




Babbage/Ac.edu
Sito ufficiale di Charles Babbage.

Babbage/Cs.vt.edu
Vita e opera di Charles Babbage.

Babbage/Gap.dcs
Pagina dedicata a Charles Babbage.

Babbage/Tecnoteca
Babbage e il calcolatore programmabile.

Babbage/Ulisse
La macchina analitica di Babbage.

Babbage/
La "macchina delle differenze" di Babbage.